Osservazioni (2)

La terra – una coperta
Il cielo – la mia stanza.

Mormorio ma ruggito
Di buoi senza muggito

Pescare in un lago d’aria.
La nuvola che manca agli occhi
Quello che sa volare e piovere
O pensare e fecondare.

copertinaAltri versi da Le scintille delle Perseidi, uno dei miei primi componimenti, il cui libro è andato ormai esaurito.

Emanuela Fantini a suo tempo aveva composto una critica del libro Le scintille delle Perseidi. Ne riporto uno stralcio.

Ermione è presente nei fiori, nei profumi, nel ricordo della mente e del corpo. Anche nell’amicizia cantata spesso dal poeta che la venera e la protegge nelle sue ghirlande di parole che non turbano la solitudine.
La solitudine rende più vicini a Dio e il cammino che finora ha fatto il nostro lo dimostra: la preghiera cura le ferite quando il dare e l’avere non godono spesso di sioncronia, ma l’esistenza, come afferma Nietzsche (1), è una scoperta continua, anche per chi ha decretato la morte di Dio.
Per chi non vede Dio  vivo c’è comunque chi lo consola nella difficoltà; per chi si perde nelle regole del mondo ove il calcolo dei dadi più non torna.

(1) Nietzsche, La Gaia Scienza.

Schiudere l’infinito – Un commento filosofico alle Scintille delle Perseidi
Emanuela Fantini
Fermenti anno XLII N. 239

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *